La Legge dell’Attrazione e le altre leggi dell’Energia Universale

In questo periodo si sente parlare sempre più spesso di “Legge dell’Attrazione” piuttosto che “Manifestare”. Nel 1998 pubblicai il mio primo lavoro “Il Potere dell’Energia Universale” esaminando i diversi aspetti che hanno a che fare con la connessione tra coscienza e la realtà che ci circonda. Ultimamente, ho avvertito la necessità di ampliare questo lavoro rieditando il libro con “Essere Felici” (collana del gruppo Macro Edizioni) approfondendo le ricerche della nuova fisica e l’arte del manifestare.

 

Quando ho iniziato questo percorso avevo 13 anni e per puro caso lessi un libro (senza casa editrice) che enunciava alcuni principi molto interessanti su come la nostra mente potesse in qualche modo influire sugli eventi futuri. Applicando le semplici tecniche del libro, mi meravigliai dei risultati che ottenevo: visualizzare qualcosa nella nostra mente e desiderarlo fortemente. Alcune volte, però non funzionava. Non riuscivo a capirne le motivazioni fino a quando non ampliai le mie conoscenze sul funzionamento della mente e dell’Energia Universale.

 

La prima cosa interessante che scoprii fu che la nostra mente profonda non fa una distinzione tra realtà ed immaginazione: quando visualizzi qualcosa in modo molto realistico, lei ci crede e tende ad andare verso l’obiettivo. In questo modo, in maniera inconsapevole (e anche consapevole) realizziamo quello che desideriamo. Questa spiegazione è molto concreta e ben si adatta agli obiettivi ben formati della Programmazione Neurolinguistica (PNL). In altre parole, quando un obiettivo è raggiungibile e possediamo (o possiamo possedere) le risorse necessarie, è possibile suggestionare (con la visualizzazione) la nostra mente profonda affinché vada nella direzione desiderata. Avere un valido alleato come l’inconscio non è una cosa da sottovalutare, in quanto rappresenta la massa sommersa di un iceberg che influenza enormemente la sua direzione. Questi concetti sono molto simili al pensiero positivo: abbini una parola (o frase) ad un’immagine e la ripeti diverse volte (come la goccia che scava la roccia).

 

 

In merito a come le frasi devono essere espresse è doveroso precisare che vi sono alcune regole. Le più importanti sono due:

1)      Bisogna esprimerle in positivo. (“Cambio posto di lavoro” e non “Non rimango nel vecchio posto di lavoro”, perché il “no” e il “non” non vengono computati come significato). Infatti, se ti dico “Non pensare ad un cane che insegue un gatto”, la tua mente prima ci pensa e poi smette di farlo.

2)      Bisogna esprimerle al presente in quanto hanno più potere sulla nostra mente profonda (in quanto le senti rientrati nel Qui ed Ora).

 


 

L’incontro con maestri straordinari mi ha in seguito aperto delle porte incredibili, in quanto la comprensione delle leggi dell’Energia Universale mi fece comprendere altri meccanismi che andavano oltre la mente profonda. Da questo punto in poi ci vuole un pizzico di fede, di apertura mentale e consapevolezza che esiste una realtà più sottile che sfugge al senso logico.

 

 

La legge dell’attrazione, in realtà, è solo una delle diverse leggi dell’Energia Universale: tutto quello che emani torna indietro. Immagina di essere in una piscina dove ogni tuo movimento crea un’onda. Quando tocca i bordi, torna indietro. I nostri pensieri, le nostre azioni funzionano allo stesso modo: se siamo arrabbiati, felici, eccitati o tristi, emaniamo nell’Universo un’onda di energia che prima o poi tornerà indietro. Conoscere questa legge è importante perché ci fa divenire consapevoli sia delle nostre azioni, sia dei nostri comportamenti. Hai mai notato che se inizi la giornata con il piede sbagliato, difficilmente le cose vanno nel verso giusto?
Quando emani nell’Universo un desiderio (visualizzandolo attraverso i cinque sensi e con una forte carica emozionale), l’Energia Universale prima o poi lo manifesterà.

 

Ma perché questo non accade sempre? Sarebbe bello desiderare tutto quello che vogliamo e ottenerlo subito: risolveremmo tantissimi problemi. Questo non accade sempre perché vanno comprese le altre leggi dell’Energia Universale.

 

Infatti, “nulla accade per caso”: ogni persona segue un percorso di evoluzione spirituale e l’Energia ci fa avere quello che serve per la nostra crescita. Quando passiamo attraverso eventi “negativi”, si tratta di momenti che vanno affrontati cercando di comprendere l’insegnamento di vita che si nasconde. Mi rendo conto che si tratta di un’affermazione forte perché la vita spesso è molto dura, ma i mistici affermano da millenni che nella natura nulla è superfluo: un fiume scende da una montagna seguendo il percorso di minor resistenza. La comprensione di questa legge diviene fondamentale per comprendere la propria Mission di vita che viene segnalata da particolari fenomeni chiamate “sincronicità” o “coincidenze”. Ad esempio, abbiamo un progetto lavorativo da realizzare e per caso incontriamo una persona che può fornirci aiuto. Oppure, dobbiamo andare ad un appuntamento e l’auto non si accende; facciamo di tutto per essere presenti affrontando mille difficoltà per poi scoprire che era meglio non andarci. Le coincidenze sono un fenomeno davvero particolare perché sono vere e proprie guide che diventano visibili solo quando desideriamo vederle; se non ci crediamo, non le vediamo.

 

Nell’applicazione delle leggi dell’attrazione è fondamentale comprendere tutte le leggi dell’Energia Universale, altrimenti rischiamo di non riuscire in quello che vogliamo manifestare. La capacità di interagire con l’Universo dipende anche dal nostro grado di evoluzione: se viviamo nell’Ego (essere i primi, competere a tutti i costi, essere attaccati al denaro ecc.) i nostri canali di energia saranno meno aperti (e avremo meno capacità di interazione con l’Energia Universale).

 

 

Su questo argomento mi piace fare un paragone con il film “Star Wars” dove c’è il lato luminoso e quello oscuro della forza: puoi usare queste leggi per il tuo ego e scopi personali oppure puoi sintonizzarti con l’Energia Universale comprendendo la tua vera Mission. Infatti, spesso perseguiamo obiettivi che non sono in linea con il nostro Sé Superiore (che è collegato con l’Energia Universale), ma imposti dalla società, dai mass media e da tutto quello che ci circonda.

 

 

Se vuoi saperne di più: “Il Potere dell’Energia Universale” di Vincenzo Fanelli (Essere Felici) – 3rza edizione ampliata e aggiornata

 

20 commenti a “La Legge dell’Attrazione e le altre leggi dell’Energia Universale

  1. Ringrazio L’Universo per le doti di natura che possiedo.
    Allearsi all’Universo grazie a te caro Vincenzo è essere premiati. Premiati che il mondo è in continua evoluzione e noi grazie al tuo aiuto siamo rimasti uniti e in contatto.
    Quello che c’è scritto fra una piccola distinzione tra legge dell’Attrazione e le altri leggi dell’Energia Universale è molto importante e da non sottovalutare.
    Da non sottovalutatare perchè nel mio caso l’ego è in continuo …….disastro.
    Con il tuo aiuto dato in precedenza c’è stata una notevole trasformazione. Ma dubbito ancora dal fatto che le persone su di me hanno poca fiducia. Pensano di stare bene anche senza di me.
    Malgrado il loro modo di pensare, se incotrano una persona che un giorno li farebbe pagare la vita a caro prezzo anche perchè abusano.

  2. Io non voglio criticare nessuno ma non è giusto attaccare le persone sbagliate. Non ho fatto male e non voglio ricevere del male perchè non mi appartiene.
    E meglio che si facciano dei paragoni, se non c’è lo ha detto nessuno io darò un punto di riferimento se vi sentite come me la legge di attrazione insieme ai suoi derivati è un utile rimedio contro odio, cattiveria, malvagità, pettegolezzi, disturbo dell’umore.
    Vincenzo ti saluto in attesa di un tuo suggerimento.

    1. Se dici non voglio ricevere del male
      perche……non ti e chiaro qualcosa perche devi ribaltare le frasi devi dire io faccio del bene e voglio che le persone mi rispondano con I’ll bene

    2. Ciao Monica, noi siamo costituiti da due menti: una razionale e una inconscia.
      – Quella razionale la usiamo per valutare, organizzare, per la matematica, ecc.. Crediamo che sia quella più importante e che diriga la ns vita.
      – Quella inconscia è emozionale, intuitiva, creativa, irrazionale, ecc.. Noi occidentali non pensiamo sia importante.
      Invece questa è responsabile del 90% della ns esistenza. La guida senza che noi ce ne rendiamo conto.

      Quindi, quando mi dico qualcosa, devo dirlo alla mia parte inconscia, non a quella razionale che conta un misero 10% (e sono generoso).
      Ora, la parolina “non” non viene computata dalla ns parte inconscia.

      Se io dico “non pensare al viola” uno ci pensa per un attimo.
      Quindi se mi dico “non voglio ricevere del male”, sto dicendo al mio inconscio “…voglio ricevere del male” e lui (non giudicando quello che dici) ti porterà proprio nella direzione che (inconsapevolmente) gli è stata data.

      Ciao

  3. Ciao Silvia, penso sia proprio il fatto di sperare di essere amati a sabotarti. Mi spiego meglio: è naturale voler essere amati, ma se in fondo abbiamo paura che possa non succedere, ci sintonizziamo su questo tipo di realtà (non desiderata). Il mio consiglio: distaccati dal fatto di volere essere amata e iniza ad amare te stessa per prima. Vedrai che il resto verrà da sè. Ciao!

  4. caro vincenzo potresti darci qualche piccolo accenno alle altre due leggi?
    magari anche in un tuo prossimo articolo! 🙂 grazie!

  5. Ciao Vincenzo, è da un paio d’anni che mi sono avvicinata allo studio della fisica quantistica. Ho letto numerosi libri e quasi tutti dicono più o meno la stessa cosa. Comprerò il tuo, perchè ho già acquistato alcune tue pubblicazioni e mi piace molto il modo in cui esprimi i concetti: con chiarezza e di facile applicazione. In particolare, prenderò “Il Potere dell’Energia Universale” , perchè nell’articolo dici che “nell’applicazione delle leggi dell’attrazione è fondamentale comprendere tutte le leggi dell’Energia Universale, e questo concetto è qualcosa che mi manca nella ricerca che ho fatto sull’argomento. Dopo la lettura del libro, ti darò un mio feedback, ma soprattutto ti contatterò, perchè il tuo percorso di studi e lavorativo mi interessa molto e vorrei chiederti alcune cose in particolare.
    Intanto, ti saluto e ti auguro buone cose. Luisa

    1. Ciao Luisa, ti ringrazio.
      Il Potere dell’Energia Universale ha l’ambizioso obiettivo di mettere insieme più concetti. Sono disponibile per chiarimenti sul libro. Ciao e a presto.

  6. ciao vincenzo l’argomento in questione e’ molto interessante , sai spiegare molto bene , quindi desidero sapere se in questo tuo libro apprendo completamente la legge dell’attrazione con tutte le sue leggi universali , tanto per capirci se ci dai tutte le chiavi per accedere .
    Poi vorrei essere consigliato tra il tuo materiale quale sia quello per abbattere le credenze limitanti ,vorrei spostare i miei limiti la dove realmente sono . grazie anticipatamente per le risposte

    Vincenzo Fanelli

    Il Potere dell’Energia Universale

    Usa il potere creativo dell’universo per realizzare la vita che desideri

    1. Ciao Gian Luca, assolutamente si. In “Il Potere dell’Energia Universale” trovi tutto.
      http://www.vincenzofanelli.com/product/il-potere-dellenergia-universale
      Non solo la Legge dell’Attrazione, ma anche tutte le altre leggi che gli altri generalmente non danno (quella dell’attrazione da sola non è sufficiente)
      E’ un libro che è in giro dal 1998 e che dovrebbe essere divulgato maggiormente perchè da tutte le chiavi.

      Ti consiglio (per le credenze e il programma inconscio) di leggere anche “PNL per Cambiare”:
      http://www.vincenzofanelli.com/product/pnl-per-cambiare

      E’ un’accoppiata vincente

      Ciao

  7. Articolo molto interessante che mi ha fatto riflettere 🙂
    La legge di attrazione non è comunque semplice d’applicare, ma comunque cercho sempre di provarci..
    Speriamo bene..

    Grazie mille 🙂

  8. Grazie per gli articoli scritti in modo chiaro e senza giri di parole.
    Credo nella legge dell’attrazione e tento di mettere in pratica ma…..non mi riesce granchè. Resta il fatto che provo soddisfazione nel tentare ed è un modo per fare qualcosa e non piangersi addosso. Grazie

    1. Ciao Lucia, grazie. Si, concordo con te sul fatto che non è una cosa semplice da praticare perché coinvolge diversi aspetti e leggi. Cmq, la tua strada è quella giusta. A presto!

  9. gentile prof. Fanelli,
    Le volevo porre un quesito sulla fisica quantistica a cui lei spesso si riferisce. Ho letto questa estate “il tao della fisica”, un testo decisamente affascinante. Il problema che le volevo porre è il seguente: le scoperte della fisica quantistica riguardano il mondo subatomico. Applicarle al mondo nostro non può risultare un salto o una eccessiva generalizzazione? Il collegamento con le filosofie orientali che il testo propone e ritenere che queste avessero chiaro già millenni or sono la natura dell’universo, non le sembra un pò azzardato e propagandistico? la ricerca non ha mai fine e la verità della scienza è sempre provvisoria. Ritenere che la filosofia orientale abbia scoperto da sempre la pietra filosofale dell’esistenza umana e dell’universo intero contraddice lo spirito stesso della ricerca e della conoscenza che non è mai pago.
    La ringrazio per l’attenzione.

    1. Gentile Olimpia, infatti è qualcosa ancora in divenire. A mio avviso la m. quantistica spiega in parte alcuni fenomeni, ma tanto ancora scopriremo nei prossimi decenni in base a ns canoni occidentali.
      Quello a cui ti riferisci è quel famoso anello di congiunzione tra microcosmo e macrocosmo. Questo anello non è possibile trovarlo razionalmente e tanto meno con i ns canoni, ma solo accedendo a stati alterati di coscienza. D’altronde nel ns normale stato di coscienza siamo in grado di percepire solo 3 dimensioni + il tempo. Ma è ormai scientificamente noto che le dimensioni sono molte di più.
      Alcune antiche pratiche come la meditazione permettono di accedere a qualcosa che non è spiegabile razionalmente percepire quello che va oltre le dimensioni conosciute. Queste esperienze si provano, non si possono spiegare nel normale stato di coscienza. Il famoso anello di congiunzione si trova proprio in quello spazio.
      Io non dico che le antiche tradizioni orientali siano più avanti, dico che ci dovrebbe essere più umiltà da parte della ricerca ufficiale nel cercare un’integrazione con le antiche conoscenze orientali (cosa che non avverrà mai, almeno nei prossimi decenni).

      Esiste un fantastico libro che spiega scientificamente come le emozioni influenzano TANGIBILMENTE il corpo: “Molecole di emozioni”, della neuroscieziata e farmacologa Candace Pert
      Poi, “La biologia delle credenze” del biologo Lipton, dove scientificamente si spiega come una credenza influenzi il corpo (effetto placebo e nocebo).
      Insieme a Capra, queste persone si sono spinte ad integrare oriente e occidente…chiaramente sono viste come pecore nere perché vanno contro un sistema precostituito e con una visione atomistica.

      Vorrei concludere questo lungo post dicendo solo che nessuno è obbligato a credere a tizio o a caio, dico che bisogna usare la testa e non prendere MAI per oro colato quello che ci arriva sia dalle fonti ufficiali, sia da quelle meno ufficiali. Ognuno deve farsi una sua idea e usare il cervello.

      A presto

  10. Caro Vincenzo ho letto con attenzione ciò che hai scritto e allora mi sono detta perché no? Proviamoci! Per qualche giorno ho pensato intensamente alla persona che è molto importante per me e che vive lontano da me, ma non accadeva niente… poi ieri a scuola decido di ascoltare un po’ di musica e puf! Magia! Parte una canzone tristissima che mi ricordava lui.. ho detto alla mia compagna di banco : ”mi manca tanto” e mi sono commossa..
    Quella stessa sera mi ha scritto
    Sono così felice 🙂

    1. Ciao Grace, questa è una splendida dimostrazione di quanto l’emozione sia un potente “carburante” per spostarsi sulle linee di possibilità desiderate. Un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *