Emozione – PNL

Emozione: si tratta di uno stato affettivo intenso che comporta delle modificazioni fisiologiche la cui durata può essere breve o duratura.

 

Le teorie sull’emozione sono diverse e per questo motivo è difficile darne una definizione.

 

 
In PNL l’emozione è importante per quanto riguarda la programmazione di obiettivi futuri. in quanto aiuta a fissare meglio le mete a livello inconscio. Quando si associa alle visualizzazioni una forte carica emotiva, “l’ordine” tende ad avere una priorità rispetto ad altri precedenti.

 

Eventi, sia negativi che positivi, associati ad una forte carica emotiva tendono a fissarsi nel profondo.

 

Convinzioni limitanti possono generarsi grazie a questo processo: eventi fallimentari che comportano un forte impatto emotivo possono fissarsi inconsciamente creando delle neuro-associazioni.

 

L’emozione è importante in quanto ha un’importante funzione nell’apprendimento. Infatti, durante sessioni di traning si utilizzano accorgimenti per elevare il picco emotivo (battute, musiche particolari, fire walking, ecc.).  Questo per quanto riguarda l’apprendimento.

 

In PNL l’emozione legata al cambiamento non è considerata prettamente necessaria. Infatti, quando si fanno le cose in preda all’emozione vuol dire che non si sa cosa esattamente si sta facendo; invece, quando si opera con lucidità, si è padroni del momento.

 

Per questo motivo, molte tecniche della PNL operano in “dissociazione” (cioè, fuori dall’emozione) usando “l’associazione” solo quando è realmente necessaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *