Come parlare in pubblico

Come parlare in pubblico? Quali sono i segreti per parlare ad un pubblico, piccolo o grande che sia? Quali sono le strategia per farlo nella maniera più  efficace?

 

Molti pensano che parlare in pubblico si risolva semplicemente in un’esposizione di slides e informazioni. Questo, chiaramente, è solo uno dei requisiti indispensabili per chiunque desideri condurre un gruppo, ma non basta.

 

Qual è lo scopo di chi parla in pubblico? Semplice esposizione di nozioni?

 

Non credo…

 

L’obiettivo di conduce una riunione, un gruppo di lavoro o un’aula, consiste nel far passare REALMENTE le informazioni desiderate, non semplicemente “buttarle” fuori.
Quando comunichiamo in pubblico, il nostro obiettivo consiste nel comunicare con la parte inconscia di chi ci ascolta ed evitare che la sua mente vada in sovraccarico di informazioni.

 

Per questo motivo bisogna toccare pochi “macro” punti (5 o 6 al massimo) per evitare che la gente possa dimenticare la scaletta degli argomenti trattati. Se ne hai diversi, cerca di sintetizzarli e di raggrupparli.
Infine, quando finisci la tua esposizione, fai l’elenco dei punti trattati in modo da far fissare meglio gli argomenti nella loro mente.

 

Chi è molto abile nel parlare in pubblico comunica sia a livello logico, sia a livello inconscio. Ad esempio, gesticola, si muove per sottolineare alcuni punti fondamentali del suo intervento e usa bene la sua voce. Per farti comprendere quanto il linguaggio del corpo sia incisivo nella comunicazione, immagina questa scena:

– se io ti dico “tavolo”, senza muovere un muscolo, passa un certo tipo di messaggio;

– invece, se accompagno la parola con la gestualità (come ad imitare un tavolo), il messaggio è molto più incisivo perché viaggia su due livelli: logico (parola) e inconscio (gestualità).

 

Non hai idea quanto possa essere devastate (da un punto di vista comunicativo) qualcuno che parla dietro una scrivania per tutto il tempo, immobile e con un tono mono-corda. Se poi ci aggiungiamo che alcuni fanno i break ogni 3 ore circa, la noia sarà la protagonista principale.

 

Per saperne di più:
Affrontare una riunione con successo

http://www.piuchepuoi.it/rep/riunionesuccesso.php

Affrontare una Riunione di Successo