Il Karma e lo scopo della tua esistenza

Un aspetto che mi ha interessato molto durante la mia ricerca fu scoprire il proprio Karma  e la Mission di vita.

Per quale motivo ci incarniamo proprio in quella determinata esistenza e come mai gli eventi sembrano portarci in quella determinata direzione?

 

La Mission di vita è la direzione che la nostra Essenza decide di intraprendere contrariamente alla direzione che l’Ego (il falso Sé) ha individuato.

 

Ad esempio, a chi non è mai capitato di scegliere una professione che razionalmente è appagante, ma che ci lascia insoddisfatti, insofferenti e scarichi energeticamente? E non è mai successo di cambiare direzione, seguire quello che l’anima desidera e percepire più energia e sintonia con l’Universo? Le cose non sembravano fluire e andare meglio?

 

Comprendi quanto sia importante comprendere la propria Mission di Vita? Fa la differenza tra chi arranca un’intera esistenza per realizzare qualcosa che è voluta dagli altri e chi vive appieno la propria vita realizzando quello che desidera realmente.

 

Bisogna fare una distinzione tra ciò che siamo realmente e l’Ego.

 

Secondo i mistici prima di abitare e di incarnarci in questa dimensione siamo pura energia (Essenza). Poi, i nostri genitori, la società, i media, la scuola, ecc., creano una specie di “involucro” che non ci permette di poter accedere liberamente al nostro vero Io. Si tratta dell’Ego che è il frutto della programmazione esterna. È composto da una miriade di pensieri con i quali spesso ci identifichiamo.

 

L’ego è arrogante, possessivo, competitivo, arrivista, egoista…quindi ben accetto nella società occidentale. Il problema è che fino a quando dai spazio a questo falso Sé, non puoi entrare in contatto con quello che sei realmente e comprendere qual è la tua reale direzione. Dato che l’Ego è composto da pensieri, un modo per sospenderlo è praticare discipline che arrestino il pensiero come, ad esempio, la meditazione. Grazie a ad essa puoi entrare in contatto con il tuo vero Io e (finalmente) comprendere cosa vuoi realmente.

 

Esistono delle varianti più raffinate dell’Ego come quello Spirituale. L‘Ego Spirituale è più subdolo e figlio di buona donna rispetto a quello normale. Infatti, predica bene, parla di pace e tratta concetti apparentemente non egoistici. Ma questo tipo di Ego pretende di aver capito tutto e di essere l’unico ad aver ragione su determinati concetti. Lo possiedono alcune persone che intraprendono determinati percorso di risveglio interiore e pretendono di essere arrivati a capire tutto. Magari a parole dicono di no, ma nei fatti e nei pensieri (purtroppo) si contraddicono.

 

Non tutti sono pronti per ridurre o eliminare il proprio Ego  perché è più facile seguire le  sue (false) consolazioni in quanto procurano felicità immediata (ma temporanea). Un po’ come nella tossicodipendenza, è estremamente difficile farne a meno. Chiaramente, quando ci si renderà conto di aver intrapreso la strada sbagliata, sarà troppo tardi.

 

Per questo diventa importante comprendere la vera direzione di vita.

 

Se vuoi individuare lo schema della tua esistenza, cambiare visione degli eventi del passato, imparare a distinguere l’Ego dall’Essenza e avere spunti e suggerimenti per comprendere la tua Mission di Vita, guarda ora

 

LO SCOPO DELLA TUA ESISTENZA

 

Alla scoperta della Missione di Vita

Uno degli argomenti che mi ha sempre intrigato è la Missione di Vita, lo scopo della propria esistenza. Non sono il primo a parlare di questo tema: le filosofie orientali lo trattano da millenni e, più recentemente, è stato affrontato nel romanzo “Le Profezie di Celestino” di James Redfield.

 

Riguardando un film di qualche anno fa, L’uomo che fissava le capre (con George Clooney), ho risentito parlare di questo argomento. Anche se in chiave ironica, Clooney esorta il co-protagonista a seguire il flusso perché nulla avviene per caso.

 

Ancor più recentemente se ne è parlato in maniera più seria nel film “Cloud Altlas”. Dato che ha toccato il tema della reincarnazione, qualcuno ha visto negativamente il film perché ha toccato le credenze religiose

 

Insomma, se ne parla abbastanza anche se la gente non ha le idee molto chiare a riguardo. Abbiamo davvero uno scopo più elevato o siamo qui solo per soddisfare il nostro Ego (e quello degli altri)?

 

Mi piace pensare che siamo qui per uno scopo più elevato e che l’Energia ci suggerisce una direzione che siamo liberi di seguire o di ignorare. Credo fortemente nel libero arbitrio e che riceviamo tanti segnali sulla direzione da seguire. Non credo in un destino rigido a cui nessuno può sfuggire. Occupandomi di PNL e di modellamento dell’eccellenza, l’idea che solo alcune persone possano ritenersi fortunate, è per me aberrante. Tutti possiamo cambiare quello che pensiamo sia il nostro destino, solo che nessuno non ci dice come fare (o forse perché non fa comodo ai soliti pochi).

 

Ripeto sempre a chi mi sta vicino che nulla avviene per caso, anche quelle cose che vorremmo sinceramente scansare. Certo, quando ci accade qualcosa di negativo, è quasi impossibile vederne il lato positivo. In genere questo è possibile a distanza di anni quando ormai siamo fuori dall’emozione negativa.

 

Questo risponde ad una delle leggi dell’Energia Universale: quella dell’Essenzialità.

 

L’Energia segue il percorso di minor resistenza e ci indica la direzione da seguire. Quando l’individuo si incanala e segue i segnali, tutto scorre più facilmente e si tende a comprendere meglio lo scopo della propria esistenza. Quando, invece, si ignorano i segnali, l’evoluzione dell’individuo rallenta come anche l’adempimento alla propria Mission di Vita.

 

I segnali arrivano tramite eventi “casuali”, frasi, telefonate o qualsiasi altra cosa che coincide (guarda caso) con una domanda interiore o con la ricerca di una direzione.

 

Molti di noi sono ciechi perché non li notano pur essendone immersi. Bisogna imparare ad essere più sensibili e cominciare a credere che il caso non esiste.

 

Se vuoi sapere come individuare lo schema della tua esistenza, comprendere la tua direzione come “unire i puntini”, ti consiglio

 

LO SCOPO DELLA TUA ESISTENZA

 immagine cover esistenza