Legge di Attrazione e Inconscio

Quando intorno al 2000 tenni la mia prima conferenza pubblica sulla Legge di Attrazione e meccanica quantistica, non avevo minimamente idea della situazione confusa che vi è sull’argomento.

 

Nel corso di questi anni ho incontrato qualche ostilità sull’argomento, quasi al limite del fanatismo e non riuscivo a capirne le motivazioni.

 

La Legge di Attrazione dice che tutto quello emani torna indietro. Quindi se hai paure o pensieri negativi, attiri questi elementi nella tua esistenza; se hai emozioni e pensieri positivi, la positività verrà nella tua vita.

 

Quello che non viene quasi mai specificato è che NON è l’intenzione razionale a funzionare, ma è il tuo programma interiore che attira la realtà che vivi.

 

Quando compresi che alla maggior parte della gente sfuggiva questo fondamentale particolare, capii il perché di tanto astio: in tanti si lanciano ottimisti e non ottengono i risultati sperati perché insistono con pensieri razionali trascurando il proprio programma mentale.

 

Anzi, tanta gente evita volutamente di lavorare sul proprio programma inconscio fatto di convinzioni. Pensa (utopisticamente) che basti pensare positivo per soffocare paure, credenze ed emozioni negative.

È come una mosca che vuole vincere a braccio di ferro con un elefante.

 

Questo non vale solo per la Legge di Attrazione ma anche per tutti quei corsi motivazionali che puntano ad innalzare lo stato emozionale con musica motivante, salti, balli e nessun vero lavoro sulle credenze profonde, parti inconsce, ecc..

 

Questo si tramuta in un picco emozionale destinato ad abbassarsi. Quindi, il corsista sarà costretto a rifrequentare il corso per ritrovare quella motivazione.

 

Questo benedetto programma mentale fatto di credenze profonde è il vero responsabile della nostra esistenza.

 

Quando si fa riferimento alla meccanica quantistica e al “l’osservatore influenza il sistema osservato”, secondo te di quale osservatore si sta parlando? All’intenzione consapevole razionale o a quella del tuo programma mentale di cui la maggior parte della gente ignora l’esistenza?

Ovviamente del secondo.

 

Ora, il semplice pensiero positivo tende a non funzionare perché generalmente noi siamo in stato Beta (stato di veglia).

Affinché l’intenzione possa andare nell’inconscio e in seguito nell’universo, occorre accedere allo stato Alpha (stato alterato di coscienza). in questo stato sei direttamente in contatto con il tuo inconscio. Quando pensi a qualcosa in questo stato comunichi direttamente in profondità (nel bene e nel male).

 

Durante la giornata accediamo naturalmente a questo stato. Ad esempio, la mattina appena svegli quando siamo in dormiveglia, siamo in stato Alpha.

Se vuoi praticare bene la Legge di Attrazione devi fare le visualizzazioni in quei primi minuti di dormiveglia.

 

Se ti interessa scoprire come creare a comando lo stato Alpha in 2/3 minuti senza aspettare lo stato di dormiveglia mattutino e vuoi sapere come programmare il tuo inconscio grazie alle 5 chiavi della programmazione profonda, scopri ora

RIPROGRAMMA LA TUA MENTE

Corso multimediale

1 audio lezione + 1 manuale in pdf + 1 brano subliminale

cover riprogramma 3d

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *