Migliora le tue relazioni con l’Enneagramma

Come può L’Enneagramma aiutarci a migliorare le relazioni con gli altri?

 

Spesso i miei colleghi snobbano questo sistema perché non riescono a comprenderene l’efficacia (l’Enneagramma non è per tutti), ma personalmente lo ritengo un prezioso strumento per comprendere la mappa del mondo dei miei interlocutori. Una lettura distratta non è sufficiente per comprenderlo.

 

Se non sai cos’è l’Enneagramma puoi guardare i miei numerosi video e articoli presenti nel sito.

In due parole, si tratta di un sistema antichissimo (si parla di circa 2.500 anni fa) che mostra 9 tipi umani.

 

Ogni tipo ha specifici comportamenti e visione del mondo. Comprendere la tipologia di chi hai di fronte vuol dire sapere esattamente qual è la sua “mappa del mondo” (e oltre).

Questa applicazione può essere estesa in tutti gli ambiti relazionali: da quelli privati a quelli professionali.

 

Naturalmente, è anche estremamente utile per un’equilibrata crescita interiore grazie alla comprensione del proprio enneatipo.

 

Tutto ruota sulla “compulsione”, questa spinta inconscia non controllabile e che caratterizza ogni enneatipo.

 

Ecco l’elenco delle compulsioni:

1) Perfezionista: tendere verso la perfezione

2) Altruista: compiacere gli altri

3) Manager: tendere verso il successo sociale

4) Romantico: tendere verso la profondità e autenticità

5) Eremita: tendere verso il sapere e la conoscenza

6) Scettico: tendere verso la sicurezza

7) Artista : tendere verso la libertà

8 ) Capo: tendere verso il controllo

9) Diplomatico: tendere verso la pace

 

 

Ci sarebbe molto da dire su ognuna di queste compulsioni. Per questo motivo  ti rimando agli atri articoli e video pubblicati sul sito.

 

Come può il fatto di conoscere la compulsione di un enneatipo aiutarci a capire cosa fare per andare d’accordo con chi abbiamo di fronte?

 

Questo è possibile perché l’Enneagramma ti permette di conoscere in tempo reale i diversi aspetti delle persone che ti circondano.

 

Ad esempio, se comprendo che il mio interlocutore è un Perfezionista (Tipo Uno), devo rammentare che la sua compulsione è “tendere verso la perfezione”.

 

Questo vuol dire che è una persona precisa, dettagliata, meticolosa, puntuale, ordinata, con un forte senso morale e razionale.

Quindi, il mio approccio deve rispettare la sua mappa del mondo.

 

Se arrivo tardi all’appuntamento e neanche mi scuso, oppure lo accolgo in un ambiente disordinato e baso le mie argomentazioni sull’emotività, sto sbagliando tutto.

 

L’approccio giusto con il perfezionista è essere puntuali, ordinati, razionali nelle argomentazioni (oltre che minuziosi e dettagliati) e formali (almeno nelle prime fasi della relazione).

 

Certo qualcuno potrebbe dire che sono regole che valgono per tutti, eppure non è così.

 

Infatti, l’Altruista (il Tipo Due) ha un approccio diverso.: avendo la compulsione di “compiacere gli altri”, basa la sua vita sul cercare inconsciamente di conquistare chi ha di fronte. Questo lo porta ad essere molto amichevole, informale, tollerante e più seduttivo (anche se inconsciamente). Quindi una relazione basata sulla “rigidità”, sulla formalità e sui dettagli, lo allontana. Ama le relazioni più “calde” e informali.

 

Naturalmente, ci sono tanti altri accorgimenti da mettere in atto (parole calde, rapport valori e credenze principali, ecc. ), ma in questa sede volevo solo mostrarti come sia possibile utilizzare l’Enneagramma per migliorare le relazioni.

 

Certo, qualcuno potrebbe obiettare:

“Io sono fatto così, la gente deve accettarmi per come sono. Io non cambierò il mio modo di essere per andare d’accordo con gli altri”.

 

Questa è una buona obiezione, ma non porta da nessuna parte.

 

Quello che si richiede non è “cambiare se stessi” ma diventare più flessibili verso gli altri.

 

La rigidità porta sempre verso l’annullamento e l’autodistruzione.

 

Ad esempio, se sono un Perfezionista e il mio amico Altruista arriva in ritardo, stressarlo con critiche sulla sua non puntualità è controproducente. Quindi, farò un piccolo sacrificio adattandomi alla situazione.

 

E viceversa:

se sono un Altruista cercherò di essere puntuale all’appuntamento con il mio amico Perfezionista oltre che attento verso le sue idee. Infatti (altro elemento in più) i Tipi Uno sono estremamente permalosi oltre al fatto che siano convinti di avere sempre ragione. Quindi, inizialmente occorre assecondarli per evitare di cortocircuitare la relazione.

 

Questo non solo migliorerà la qualità delle mie relazioni, ma mi aiuterà a smussare la mia compulsione.

 

Se vuoi comprendere gli altri rapidamente per sapere come andarci d’accordo, comprendere su quali punti lavorare per migliorarsi e come anticipare i comportamenti degli altri, guarda ora

 

ENNEAGRAMMA: I 9 TIPI

CORSO MULTIMEDIALE – VIDEO CORSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *