Seduzione e attrazione

Seduzione, di cosa si tratta? È una capacità che pochi eletti possiedono o è un’abilità che è possibile acquisire?


L’esperienza mi ha insegnato che esistono persone naturalmente portate per sedurre, ma è possibile comprenderne il processo e applicarlo.


Come mai vi sono persone che non riescono a conquistare e affascinare? Semplicemente non mettono in atto le giuste strategie comportamentali, non sanno esattamente cosa fare, come farlo e hanno una serie di credenze limitanti che un bravo seduttore non possiede.

Un primo passo per imparare a sedurre consiste nel studiare un amico/amica bravo/a nella seduzione e attrazione.  

Dovresti porgli queste domande per comprendere le strategie:

– Che ambienti frequenti?

– Come seduci?

– Cosa fai esattamente?

– Cosa credi su di te?


Se non puoi progli direttamente queste domande, prova a rispondere tu osservandolo.


Si tratta di domande mirate che puntano ad estrarre le sue strategie. Non si tratta di scimmiottare qualcuno, ma di individuare i suoi livelli logici nel processo seduttivo.


Se vuoi saperne di più, ascolta il mio intervento in radio.



La Legge dell’Attrazione e le altre leggi dell’Energia Universale

In questo periodo si sente parlare sempre più spesso di “Legge dell’Attrazione” piuttosto che “Manifestare”. Nel 1998 pubblicai il mio primo lavoro “Il Potere dell’Energia Universale” esaminando i diversi aspetti che hanno a che fare con la connessione tra coscienza e la realtà che ci circonda. Ultimamente, ho avvertito la necessità di ampliare questo lavoro rieditando il libro con “Essere Felici” (collana del gruppo Macro Edizioni) approfondendo le ricerche della nuova fisica e l’arte del manifestare.

 

Quando ho iniziato questo percorso avevo 13 anni e per puro caso lessi un libro (senza casa editrice) che enunciava alcuni principi molto interessanti su come la nostra mente potesse in qualche modo influire sugli eventi futuri. Applicando le semplici tecniche del libro, mi meravigliai dei risultati che ottenevo: visualizzare qualcosa nella nostra mente e desiderarlo fortemente. Alcune volte, però non funzionava. Non riuscivo a capirne le motivazioni fino a quando non ampliai le mie conoscenze sul funzionamento della mente e dell’Energia Universale.

 

La prima cosa interessante che scoprii fu che la nostra mente profonda non fa una distinzione tra realtà ed immaginazione: quando visualizzi qualcosa in modo molto realistico, lei ci crede e tende ad andare verso l’obiettivo. In questo modo, in maniera inconsapevole (e anche consapevole) realizziamo quello che desideriamo. Questa spiegazione è molto concreta e ben si adatta agli obiettivi ben formati della Programmazione Neurolinguistica (PNL). In altre parole, quando un obiettivo è raggiungibile e possediamo (o possiamo possedere) le risorse necessarie, è possibile suggestionare (con la visualizzazione) la nostra mente profonda affinché vada nella direzione desiderata. Avere un valido alleato come l’inconscio non è una cosa da sottovalutare, in quanto rappresenta la massa sommersa di un iceberg che influenza enormemente la sua direzione. Questi concetti sono molto simili al pensiero positivo: abbini una parola (o frase) ad un’immagine e la ripeti diverse volte (come la goccia che scava la roccia).

 

 

In merito a come le frasi devono essere espresse è doveroso precisare che vi sono alcune regole. Le più importanti sono due:

1)      Bisogna esprimerle in positivo. (“Cambio posto di lavoro” e non “Non rimango nel vecchio posto di lavoro”, perché il “no” e il “non” non vengono computati come significato). Infatti, se ti dico “Non pensare ad un cane che insegue un gatto”, la tua mente prima ci pensa e poi smette di farlo.

2)      Bisogna esprimerle al presente in quanto hanno più potere sulla nostra mente profonda (in quanto le senti rientrati nel Qui ed Ora).

 


 

L’incontro con maestri straordinari mi ha in seguito aperto delle porte incredibili, in quanto la comprensione delle leggi dell’Energia Universale mi fece comprendere altri meccanismi che andavano oltre la mente profonda. Da questo punto in poi ci vuole un pizzico di fede, di apertura mentale e consapevolezza che esiste una realtà più sottile che sfugge al senso logico.

 

 

La legge dell’attrazione, in realtà, è solo una delle diverse leggi dell’Energia Universale: tutto quello che emani torna indietro. Immagina di essere in una piscina dove ogni tuo movimento crea un’onda. Quando tocca i bordi, torna indietro. I nostri pensieri, le nostre azioni funzionano allo stesso modo: se siamo arrabbiati, felici, eccitati o tristi, emaniamo nell’Universo un’onda di energia che prima o poi tornerà indietro. Conoscere questa legge è importante perché ci fa divenire consapevoli sia delle nostre azioni, sia dei nostri comportamenti. Hai mai notato che se inizi la giornata con il piede sbagliato, difficilmente le cose vanno nel verso giusto?
Quando emani nell’Universo un desiderio (visualizzandolo attraverso i cinque sensi e con una forte carica emozionale), l’Energia Universale prima o poi lo manifesterà.

 

Ma perché questo non accade sempre? Sarebbe bello desiderare tutto quello che vogliamo e ottenerlo subito: risolveremmo tantissimi problemi. Questo non accade sempre perché vanno comprese le altre leggi dell’Energia Universale.

 

Infatti, “nulla accade per caso”: ogni persona segue un percorso di evoluzione spirituale e l’Energia ci fa avere quello che serve per la nostra crescita. Quando passiamo attraverso eventi “negativi”, si tratta di momenti che vanno affrontati cercando di comprendere l’insegnamento di vita che si nasconde. Mi rendo conto che si tratta di un’affermazione forte perché la vita spesso è molto dura, ma i mistici affermano da millenni che nella natura nulla è superfluo: un fiume scende da una montagna seguendo il percorso di minor resistenza. La comprensione di questa legge diviene fondamentale per comprendere la propria Mission di vita che viene segnalata da particolari fenomeni chiamate “sincronicità” o “coincidenze”. Ad esempio, abbiamo un progetto lavorativo da realizzare e per caso incontriamo una persona che può fornirci aiuto. Oppure, dobbiamo andare ad un appuntamento e l’auto non si accende; facciamo di tutto per essere presenti affrontando mille difficoltà per poi scoprire che era meglio non andarci. Le coincidenze sono un fenomeno davvero particolare perché sono vere e proprie guide che diventano visibili solo quando desideriamo vederle; se non ci crediamo, non le vediamo.

 

Nell’applicazione delle leggi dell’attrazione è fondamentale comprendere tutte le leggi dell’Energia Universale, altrimenti rischiamo di non riuscire in quello che vogliamo manifestare. La capacità di interagire con l’Universo dipende anche dal nostro grado di evoluzione: se viviamo nell’Ego (essere i primi, competere a tutti i costi, essere attaccati al denaro ecc.) i nostri canali di energia saranno meno aperti (e avremo meno capacità di interazione con l’Energia Universale).

 

 

Su questo argomento mi piace fare un paragone con il film “Star Wars” dove c’è il lato luminoso e quello oscuro della forza: puoi usare queste leggi per il tuo ego e scopi personali oppure puoi sintonizzarti con l’Energia Universale comprendendo la tua vera Mission. Infatti, spesso perseguiamo obiettivi che non sono in linea con il nostro Sé Superiore (che è collegato con l’Energia Universale), ma imposti dalla società, dai mass media e da tutto quello che ci circonda.

 

 

Se vuoi saperne di più: “Il Potere dell’Energia Universale” di Vincenzo Fanelli (Essere Felici) – 3rza edizione ampliata e aggiornata