Anticipare il futuro

È possibile anticipare la realtà nella propria mente? Pensa come sarebbe interessante avere questa straordinaria capacità: vedere in anticipo quello che potrebbe accadere!

 

Potresti tranquillamente decidere se lanciarti in un progetto, modificare qualcosa o lasciar perdere.

 

Pensi che sia fantascienza, ma non è così. Nella Programmazione Neurolinguistica (PNL) si lavora parecchio con la Buona Formazione degli Obiettivi.

 

Uno dei più grandi errori che la gente commette è pensare che possa bastare mettersi un obiettivo nel proprio inconscio per poterlo raggiungere:

se non è ecologico, se va in contrasto con la gerarchia di valori, se non conosci bene le risorse e se i costi superano i vantaggi, probabilmente non lo raggiungerai.

 

Qualche anno fa un mio amico decise di costruire una casa di 3 piani sopraelevando su un’altra già esistente. Gli architetti e l’impresa costruttrice lo avevano rassicurato che ci sarebbero voluto 6/8 mesi e una determinata cifra.

 

Con la Buona Formazione degli Obiettivi emerse che ci sarebbero voluti 2 anni e il doppio della cifra preventivata (questo in base alle risorse che aveva a disposizione). Non mi volle ascoltare…e sono già 2 anni che in ballo con questa casa! Ora mi dice: “Se avessi saputo, me ne sarei comprata una già costruita”.

 

Il problema è che lui lo sapeva, ma non ha voluto ascoltare informazioni che andavano contro il suo volere.

 

Questa cosa è abbastanza comune: la gente si fa prendere dall’emotività (non che sia è un errore) e perde la lucidità necessaria per individuare le “falle” nel progetto.

 

Una delle prime regole che un piennellista serio deve apprendere è che nessun cambiamento o obiettivo può essere perseguito se non rispetta le regole di buona formazione.

 

Grazie ad esse sarà possibile anticipare quello che accadrà in modo da sapere cosa fare.

Il metodo ci concretizza grazie ad una serie di domande.

 

Uno dei punti più importanti è saper delineare tutti i possibili scenari grazie alle seguenti domande

 

1) Quali vantaggi otterrai con il suo raggiungimento

Metti per iscritto tutti i vantaggi (materiali e non) che l’obiettivo ti darà

 

2) Quali svantaggi comporterà il suo raggiungimento?

Scrivi tutti i costi (economici, tempo da impiegare, relazioni sacrificate, benessere, ecc.) che l’obiettivo comporterà

 

3) Quali vantaggi otterrai se non farai nulla?

In altre parole, cosa guadagnerai se decidi di non perseguire l’obiettivo? Sicuramente avrai qualche vantaggio.

 

4) Quali svantaggi otterrai se non farai nulla?

Chiaramente, non agire avrà dei costi. Mettili per iscritto.

 

Rispondi con molta attenzione a queste domande in modo da conoscere tutti i possibili scenari. Il mio consiglio è quello di farti aiutare da un amico (che chiaramente stimi) in modo da avere “due occhi” più lucidi durante l’analisi del progetto.

 

Grazie a queste domande riuscirai a soppesare vantaggi e svantaggi potendo decidere cosa fare

 

Solo queste domande sono già sufficienti per aiutarti a districarti nella Buona Formazione degli Obiettivi.

 

Se vuoi conoscere le altre domande e accedere a tutti i segreti per simulare nella tua mente qualsiasi obiettivo, scopri il corso multimediale 

 

“Mind Programming:

Il Simulatore di Realtà”

cover simultatore realtà

1 lezione audio + 1 report in pdf + 1 mappa mentale

https://www.vincenzofanelli.com/product/mind-programming-il-simulatore-di-realta

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *