5 Segreti anti stress da quarantena – Video

In questo periodo siamo tutti costretti a stare in quarantena.

In tanti potremmo vivere male questo momento perché costretti al non vedere gli amici, uscire e divertirci.

Oppure, la convivenza forzata con persone che generalmente vediamo solo per qualche ora al giorno (mentre ora siamo costretti a starci molto più tempo), potrebbe farci andare letteralmente “fuori di testa”.

In questo video voglio mostrarti ben 5 Segreti per vivere al meglio questa quarantena forzata.

Guarda ora il video gratuito
5 SEGRETI ANTI STRESS DA QUARANTENA

 

• Ti piacerebbe scoprire come riprogrammare la tua mente?
• Desideri conoscere le chiavi della programmazione profonda?
• Vuoi conquistare l’autonomia di dare la direzione che TU desideri alla tua vita?

Scopri tutto questo nel corso multimediale

RIPROGRAMMA LA TUA MENTE


Apprenderai come generare lo stato mentale Alpha  (stato alterato di coscienza) per programmare gli obiettivi profondamente e quali sono le 5 chiavi della VERA programmazione profonda.

DOWNALOAD IMMEDIATO

 

 

 

Relaxing Music for Meditation – Video

In tempi come questi dove lo stress, le preoccupazioni e stati interiori negativi colpiscono buona parte della popolazione, ho pensato di realizzare un video musicale per farti rilassare, meditare e (se sai praticarlo) persino fare yoga.

Rilassarsi è importante e ho pensato a qualcosa che potesse colpire sia da un visto di vista auditivo (musica) che visivo (filmati).

Ho realizzato per te un filmato di quasi 30 minuti che raccoglie diverse scene rilassanti accompagnate da una stupenda musica meditativa, rilassante e antistress.

Se conosci lo Yoga, potresti persino pensare di usarla come musica di accompagnamento.

Goditi ora il mio video musicale gratuito
RELAXING MUSIC: STRESS RELIEF, MUSIC FOR YOGA & MEDITATION

 

 


Se vuoi rilassarti profondamente, accedere ad un sonno profondo o sciogliere lo stress, guarda i miei brani subliminali.

COME ADDORMENTARSI CON LA PNL

Come addormentarsi profondamente?

Dormire bene e avere una buona qualità di sonno è fondamentale per avere una vita sana anche a livello mentale. Infatti, la mancanza di sonno tende ad influire sulle performance mentali.

In altre parole, non dormire impedisce ai neuroni che presiedono alle funzioni della memoria e percezione visiva, di non comunicare tra di loro. Questo si traduce in un pericolo in quanto è possibile, ad esempio, fare errori durante la guida, la manovra di macchinari, ecc..

A confermalo è un gruppo di ricercatori dell’Università di Tel Aviv e dell’Università del Wisconsin a Madison (per leggere l’articolo su Nature Medice clicca qui).

Spesso si sottovaluta la funzione del sonno pensando che riempirsi di caffè e sostanze stimolanti sia sufficiente per affrontare la giornata. Quello che non tutti sanno è che il sonno ha un’importante funzione riequilibrartice dell’attività sinaptica. Infatti, durante il sonno le connessioni tra neuroni si riducono del 20%. Questo processo si ritiene utile per la memoria e i processi cognitivi. Durante il giorno e lo stato di veglia, l’attività neurologica è molto attiva; per questo motivo si ritiene che il sonno sia fondamentale per bilanciare grazie alla riduzione delle connessioni in modo da evitare la saturazione delle sinapsi.

Inoltre, il cervello durante il sonno riesce a ripulirsi da scorie neurotossiche potenzialmente pericolose in quanto non può utilizzare il sistema linfatico dato che è isolato dalla barriera encefalica.

Quali possono essere le cause della mancanza o riduzione del sonno?

Uno studio da parte di scienziati dell’Università della California a San Francisco ha rilevato un collegamento tra uso dello smartphone e riduzione del sonno (clicca qui per leggere l’articolo originale). In particolare, più si guarda lo schermo (soprattutto nelle ore serali),  più diminuiscono le ore del sonno. Questo fenomeno si imputa all’interferenza della luminosità dello schermo con i ritmi circadiani.

Ovviamente, la mancanza o la riduzione del sonno può dipendere anche altri fattori come lo stress, le preoccupazioni, l’assunzione di alcuni cibi (o carenze di alcuni elementi) e/o abuso di sostanze eccitanti come il caffè.
Se uno mette insieme tutto queste cose, può rendersi conto che dormire poco diventa una conseguenza naturale. Ad esempio, le preoccupazioni sul lavoro con il relativo stress, qualche caffè di troppo alle macchinette e un uso eccessivo dello smartphone/tablet prima di andare a letto. Credo che in molti possano ritrovarsi in questa descrizione comprendendo in questo modo per quale motivo, a volte, le ore di sonno si riducono.

Quali possono essere dei sistemi naturali per cercare di ritrovare la serenità notturna? Oltre, ad una riduzione di tutte quelle abitudini che incidono negativamente (abuso di caffè, uso eccessivo del telefonino specie nelle ore serali, ecc.), diviene importante imparare ad autorilassarsi profondamente.

Un sistema alla portata di tutti è la respirazione profonda. La respirazione è un indicatore dello stato interiore: se un individuo ha un respirazione alta e veloce, vuol dire che non è rilassato; una respirazione lenta e di pancia indica uno stato di rilassamento.

La neurofisiologia ci dice che è anche possibile operare al contrario: la respirazione non è solo lo specchio dello stato interno, ma può anche influire su di esso.
In altre parole, se sono teso e agitato, posso cambiare stato respirando di pancia e profondamente.

 

RESPIRAZIONE PROFONDA – TECNICA

  1. Mettiti seduto o sdraiato senza incrociare braccia e gambe
  2. Chiudi gli occhi
  3. Inspira della narici, riempi lo stomaco, fai un attimo di apnea ed espira lentamente a labbra socchiuse
  4. Respira in questo modo senza fare sforzi e concentrandoti sul respiro.
  5. Va avanti in questo modo rilassandoti via via sempre di più

A questo esercizio di respirazione puoi abbinare anche una visualizzazione utile per rilassarsi.

Immagina di vedere le tensioni come un liquido o un’energia rossa (o qualsiasi altro colore che ti dia questa idea) che scivolano via dal tuo corpo partendo dalla testa. Puoi immaginare di vederle scivolare via dalla testa, dal collo, dalle spalle, dal torace e via via sempre di più fino ad uscire dai piedi. Durante questo esercizio ti consiglio di continuare a respirare profondamente.

Ovviamente questi esercizi andrebbero eseguiti la sera a letto per favorire il sonno.
Potresti anche abbinare una particolare musica meditativa e rilassante (sul web ne trovi tantissime gratuitamente) da ascoltare durante la respirazione profonda e la visualizzazione.

Se non riesci autonomamente a mettere in pratica le suddette tecniche, consiglio anche di frequentare dei gruppi di meditazione al fine di essere guidati inizialmente da persone esperte per derimere qualsiasi dubbio. Ogni città possiede almeno un centro che lavora in tal senso.

———–

Scopri un modo naturale per prendere sonno, dormire meglio ogni notte e allontanare l’insonnia. Grazie al brano subliminale riposerai meglio e aumenterai la tua concentrazione durante il giorno.

• Durante il giorno sei stanco e assonnato perché hai dormito poco o male?
• Fai fatica ad addormentarti la notte?
• Ti svegli durante la notte e fai fatica a riaddormentarti?
• Quando sei nel letto la tua mente è iperattiva e piena di pensieri?
L’insonnia ti perseguita e vorresti dormire serenamente?
• Ti capita di fare brutti sogni?

Se desideri raggiungere questi importanti obiettivi COME ADDORMENTARSI CON LA PNL ti fornirà 1 audio subliminale che ti installerà nuovi schemi mentali orientanti verso il rilassamento, il riposo e un sonno ristoratore.

COME ADDORMENTARSI CON LA PNL

Il Potere Positivo della Calma Interiore

Quanto è importante raggiungere la calma interiore ed eliminare lo stress? Chi vive in città di medie e grandi dimensioni tutti i giorni deve scontrarsi con lo stress: il traffico, le code, la maleducazione della gente, i ritmi lavorativi, ecc..

 

In questo periodo, inoltre, lo stress lavorativo è triplicato per motivi legati alla crisi, pagamenti non ricevuti, paura di perdere il posto di lavoro, ecc..

 

Con questo stato interiore, ormai, ci conviviamo quotidianamente e neanche ce ne accorgiamo più. Però questo modo di vivere ci accorcia la vita o quanto meno ne limita parecchio la qualità.

 

Qualche giorno fa ho incontrato una quindicina di amici a cena che non vedevo da tempo. Parlando del più e del meno TUTTI prendono la pillola per l’ipertensione. Sono quasi tutti miei coetanei e il fatto di non prenderla mi ha fatto sentire un uomo fortunato.

 

Certo, si pensa di risolvere tutto con le pillole, ma se una va a leggersi il bugiardino degli effetti collaterali gli passa la voglia di prenderle.

 

Certo, l’ipertensione può avere molte cause, ma lo stress è sicuramente quella più rilevante. Inoltre, questo è solo uno dei problemi derivanti da ritmi insostenibili: le preoccupazioni non ci fanno dormire bene e siamo più irritabili. Questo si ripercuote nelle relazioni personali e lavorative.

 

È il cane che si morde la coda: più sei stressato, più ti rovini la vita e più ti stressi maggiormente.

 

Nel modellamento delle persone longeve non vi è ombra di dubbio che questi individui annullano lo stress grazie ad una struttura mentale completamente diversa da chi si preoccupa smisuratamente, si arrabbia, perde il controllo e si stressa costantemente.

 

Non voglio entrare in dettagli medici perché non è il mio campo, ma ormai lo sanno anche i sassi che “pensare male” ha ripercussioni anche sulla salute fisica.

 

Come possiamo ridurre lo stress e raggiungere la calma interiore?

 

In questa sede posso insegnarti un esercizio per la calma interiore basato sul respiro e che può aiutarti a rilassarti.

 

 

RESPIRAZIONE PROFONDA

1) Prenditi 5 minuti tutti per te e fai in modo che nessuno possa disturbarti

2) Mettiti comodo, possibilmente sdraiato e chiudi gli occhi.

3) Se non puoi sdraiarti, mettiti su una sedia/poltrona comoda

4) Comincia a porre attenzione al tuo respiro che entra e che esce

5) Poi inspira dalle narici (senza forzare troppo), riempi lo stomaco ed espira lentamente a labbra socchiuse

6) Continua a fare questa respirazione per qualche minuto, senza forzare.

7) Poni il tuo focus sul respiro che entra e che esce. Ogni volta che hai un pensiero, torna a notare il tuo respiro che entra e che esce.

8) Trascorsi i 5 minuti, riapri gli occhi lentamente e torna qui

 

 

Questa tecnica funziona perché respirando profondamente condizioni il tuo corpo a rilassarsi. Inoltre, porre attenzione al respiro che entra ed esce è un modo per sospendere il pensiero. Infatti, è una meditazione base molto semplice: quando un pensiero arriva, poni attenzione al tuo respiro in modo da bloccarlo. 

 

Questa tecnica porta via qualche minuto della tua giornata e dire “non ho tempo” è solo un modo diverso per dire “non ho voglia di praticarla e amo tenermi lo stress”. 

 

Oltre a queste tecniche di respirazione, se hai la possibilità di iscriverti ad un corso di Yoga, Meditazione o persino di Shiatsu, è un modo intelligente per “prendersi un appuntamento” con il rilassamento. È come quando uno si iscrive in palestra: ha un impegno che deve rispettare dato che ha pagato anticipatamente. Lo stesso vale per le discipline sopraccitate.

 

Infine è fondamentale avere un approccio alla vita diverso: senso dello humor, visione positiva degli eventi e capacità di sdrammatizzare sono doti antistress di tutto rispetto. So bene che questo può essere travisato come un atteggiamento superficiale (“come fai a sdrammatizzare un casino irrisolvibile”?).

 

Affrontare i problemi sotto stress non aiuta a trovare soluzioni ma solo a complicarsi la vita.

 

I problemi si affrontano con la mente lucida! Solo in questo modo è possibile risolverli e questo lo sai bene. Quindi, sdrammatizzare, ridere e prendere la vita con una visione positiva significa prendere le cose in maniera intelligente; non significa avere un atteggiamento superficiale.

 

 

Se desideri reagire con meno stress alle situazioni, con maggiore positività, più autocontrollo e maggiore assertività, guarda ora

RAGGIUNGI LA CALMA MENTALE E L’ASSERTIVITA

5 brani subliminali