La Mente Crea? #2 Come cambiare le convinzioni – Video

Negli ultimi anni si parla spesso di come l’inconscio influenzi la nostra vita, ma la maggior parte degli esperti e dei relatori fanno tante belle spiegazioni teoriche senza mai realmente fornire strumenti operativi (oppure se li forniscono sono blandi) per eliminare parte delle programmazione mentale limitante.

Occorre agire sulle convinzioni limitanti grazie a specifiche tecniche in grado di eliminarle per sempre. In più di 20 anni di ricerca e di pratica sul campo ho messo a punto ben 3 sistemi diversi in grado di raggiungere questo straordinario risultato.

Il 20 Maggio terrò una video conferenza gratuita dove ti spiegherò come le convinzioni condizionano la tua vita e ti insegnerò una di queste tecniche per aiutarti ad eliminarle per sempre.

Lunedì 20 Maggio alle ore 21,30, clicca sul player sottostante per partecipare allo streaming oppure clicca sul link seguente https://youtu.be/sgNxC-AdBsE

LA MENTE CREA? #2 Come cambiare le convinzioni

 

• Ti piacerebbe poter attirare quello che desideri nella tua vita?
• Vorresti eliminare blocchi e resistenze interiori che ostacolano la tua felicità?
• Ti piacerebbe riprogrammare la tua parte profonda verso la prosperità economica, il successo e la felicità?
• Vorresti apprendere sistemi operativi pratici per co-creare la tua esistenza?

Se desideri usare a questo Potere Inconscio, raggiungere gli obiettivi che desideri da una vita e co-creare la realtà desiderata , iscriviti ora al corso

LA MENTE QUANTICA
16 e 17 Novembre 2019
a Rimini

Il 22 Agosto 2019 scade la speciale promozione

Clicca qui per maggiori informazioni sul corso:
https://www.vincenzofanelli.com/prodotto/mente-quantica-rimini

Programma la tua mente – video gratuito

Come cambierebbe la tua vita se tu potessi avere un “pilota automatico” che ti guida inconsciamente verso i tuoi obiettivi più importanti?

 

Pensi sia fantascienza? In realtà già adesso la tua mente profonda lavora al di sotto della tua consapevolezza e ti porta verso situazioni piacevoli (o spiacevoli) al di là della tua consapevolezza.

 

Nessuno ci dice a scuola che abbiamo una formidabile parte inconscia responsabile del 90% di tutto quello che ci accade (e mi sono tenuto basso come percentuale).

 

Nessuno ci dice come entrare in contatto con questa parte e quali sono le regole per “programmarci” positivamente verso il futuro che NOI desideriamo.

 

Tutti, invece, insistono sullo sviluppo della parte razionale. Ovviamente la logica è importante, ma quando questa esaltazione va a scapito dell’inconscio significa rinunciare ad un potere incredibile e permettere che la nostra vita sia gestita dal caso e (soprattutto) dagli altri

 

Guarda il video gratuito

Se ti interessa riprendere il controllo della tua vita, conquistare la libertà di creare la realtà che desideri e migliorare la tua vita professionale e privata, vieni a scoprire come:

• programmare il tuo inconscio con speciali tecniche della PNL

 creare obiettivi bene formati

 creare la tua linea temporale futura desiderata

• eliminare velocemente credenze profonde limitanti

• gestire lo stress e l’ansia

 avere più carisma ed efficacia nella comunicazione

 

Se ti interessa raggiungere alcuni o tutti questi obiettivi, se vuoi cambiare aspetti della tua vita e raggiungere l’eccellenza che hai sempre desiderato, iscriviti ora la corso

PRACTITIONER IN PNL a Rimini

30, 31 Gennaio e 1 Febbraio 2015

6, 7 e 8 Marzo 2015

 garanzia pnl

La promozione scade il 22 Gennaio 2015

 Iscriviti ora con un piccolo acconto

e prendi subito la promozione

clicca qui

Le trappole della Legge di Attrazione – videolezione gratuita

La Legge di Attrazione ribadisce un concetto chiaro e semplice: quello che emani, fai e provi torna indietro.

 

Ad esempio, se ti arrabbi per qualcosa, ti tornerà indietro rabbia durante il giorno sotto forma di un qualsiasi evento;

se sei felice e tranquillo, ti tornerà tranquillità, ecc..

 

È la legge che ogni neofita apprende subito e che applica pensando di aver risolto tutta la sua vita.

 

In seguito arrivano le delusioni:

“Perché non mi arrivano i soldi se penso ai soldi?”

“Perché non mi arriva la persona desiderata se penso a quella persona?”

Queste sono un esempio di (giuste) obiezioni che alcuni fanno.

 

C’è (ovviamente) qualcosa che autori e maestri di questa legge non ti dicono, altrimenti la gente non avrebbe questi problemi.

 

Non so se lo fanno per ignoranza o per non divulgare troppe informazioni, mai fatti sono incontrovertibili.

 

Qui il neofita si trova di fronte a un bivio: o si arrende dicendo che questa legge non funziona o decide di fare un passo in più e approdare al Neuro Quantistic Engineering™, una disciplina rivoluzionaria che spiega perché la Legge di Attrazione non sempre funziona, oltre a fornire le tecniche per co-creare la realtà desiderata.

 

Per te 42 minuti di videolezione gratuita sul Neuro Quantistic Engineering™, una vera e propria rivoluzione in grado di fornirti neuro-tecniche per cambiare le tue credenze ad un livello quantico e sintonizzarti sul ramo di realtà che desideri.

 

Guarda subito la videolezione gratuita (42 minuti). 

Neuro Quantistic Engineering ™

Conquista la Libertà di creare la tua vita

Rimini – 22 e 23 Novembre 2014

Con Vincenzo Fanelli

EVENTO UNICO IN ITALIA

logo NQE 2 con TM

Come aumentare il tuo Carisma

Spesso si sente parlare in giro di corsi che promettono di aumentare magicamente il tuo carisma. Affermano di insegnarti tecniche comunicative in grado di farti conquistare chiunque istantaneamente. Ora…se da un lato è vero che esistono delle tecniche di comunicazione persuasiva in grado di aumentare il tuo carisma, è anche vero che devi fare i conti con la tua programmazione mentale.

 

Serve a poco se non a nulla apprendere strategie per diventare carismatici se prima non elimini i condizionamenti interiori che tutto fanno tranne farti essere  carismatico.

 

Qualche anno fa venne da me un ragazzo che desiderava divenire più carismatico con le donne. Insistette sul fatto che la soluzione di tutto era apprendere tecniche di comunicazione efficace.

 

Dopo aver seguito un corso mi chiamò e mi disse:

“Quando incontro una ragazza so cosa dovrei fare per rompere il ghiaccio, ma non riesco a farlo. Mi blocco”.

 

Finalmente comprese che doveva lavorare su se stesso, non apprendere tecniche di comunicazione. Dopo qualche sessione si sbloccò e (addirittura) si fidanzò con una splendida ragazza.

 

Noi subiamo (tutti, chi più e chi meno) una serie di condizionamenti che ci dicono quello che possiamo fare e cosa è al di fuori dalla nostra portata. I più fortunati hanno ricevuto meno condizionamenti negativi e realizzano grandi cose (materiali e non) durante la propria esistenza;

quelli che arrancano, sopravvivono e vivono rassegnati, hanno subito pesanti condizionamenti limitanti.

 

Quest’ultimi si creano fortemente dai 0 ai 3 anni e continuano in maniera sempre più lieve fino ai 18/20 anni circa. Siamo condizionati (nel bene e nel male) dai genitori, dai media, dalla scuola, dalla società e dal gruppo sociale. Creano in noi credenze potenzianti e limitanti.

 

Anche dopo i 20 anni possiamo ricevere questi condizionamenti, ma è più difficile che passino. Da bambini, essendo in stato Alpha (stato alterato di coscienza) assorbiamo facilmente le idee e gli insegnamenti che ci arrivano. 

 

Ad esempio, se le esperienze di vita e/o i giudizi altrui mi hanno fatto credere di essere goffo, poco convincente o la nemesi di una persona carismatica, la mia vita andrà proprio in quella direzione. Razionalmente (ovviamente) non lo vorrò…ma l’inconscio seguirà i condizionamenti.

 

Comprendi ora che un percorso che propone solo tecniche da apprendere e usare sugli altri serve a poco se non propone anche una “pulizia” delle credenze che bloccano il tuo carisma?

 

Una persona carismatica è estroversa ed è in grado di fare amicizia velocemente. Non sta in silenzio e in un angolo a chiedersi se deve presentarsi o meno. Non ha quel blocco emozionale o quella vocina che gli dice “Stai fermo, non muoverti! Cosa fai, non fare figuracce!”.

 

Una persona carismatica è sicura di sé: non ha bisogno di continue rassicurazioni ma ha un buon riferimento interno che gli dice cosa fare.

 

È una persona sciolta e naturale. Alcuni miei colleghi in pubblico sembrano sicuri di sé, ma semplicemente “recitano” un ruolo. Si vede lontano un 1 km che non sono naturali e lo capisci quando ci parli fuori dal “palco”. Infatti, alcuni evitano di parlare con il pubblico in situazioni “non lavorative”, altrimenti verrebbe fuori la loro insicurezza.

 

Quella di recitare un ruolo non è una soluzione sana. La cosa migliore da fare è scovare le credenze che bloccano il carisma e rimuoverle.

 

Questo argomento è stato affrontato in altri articoli e video. Comunque ti consiglio di fare nel seguente modo:

 

1)  Per capire le credenze che ti limitano, fai attenzione ai discorsi che fai con i tuoi amici. Durante queste conversazioni, parlando del tuo problema, è facile che tu possa tirar fuori le tue credenze. Ad esempio:

“Ma tanto alla gente non piaccio” oppure “Anche se parlo, le mie cose non interessano”. Appena le noti, scrivile su un foglio di carta.

 

2) Per eliminarle, una alla volta e con grande forza di volontà, mettile in discussione. Ad esempio, se credi “anche se parlo le mie cose non interessano”, sforzati di trovare delle prove reali che sia vera e che sia sempre così. Se farai seriamente questo compito noterai sicuramente che non è sempre così e scoprirai che a volte le tue cose interessano alla gente. Questo creerà un dubbio nella tua mente che andrà a destrutturare la configurazione neurologica della credenza.

 

È un esercizio IMPORTANTISSIMO, ma richiede tanta voglia di mettersi in discussione.

 

Se desideri diventare più sciolto e carismatico, essere più a tuo agio nelle situazioni, conoscere facilmente persone nuove e migliorare le tue capacità di conversazione, guarda ora

AUMENTA IL TUO CARISMA

5 brani subliminali

cover carisma 2

La Legge dell’Attrazione – conferenza online

La Legge dell’Attrazione funziona realmente oppure è un falso mito? Quanto incide l’inconscio nel funzionamento della Legge dell’Attrazione? Quali sono le regole per farla funzionare realmente?

 

A questi ed altri interrogativi rispondo nella conferenza andata in onda in streaming su Youtube  giovedì 8 Maggio dalle 22,00 alle 23,00.

In molti trattano l’argomento in maniera superficiale dicendo che basta pensare positivo per attirare la realtà desiderata. Questo crea false illusioni che prima poi vengono amaramente smentite.

 

Il semplice pensiero razionale serve a poco: bisogna comunicare con il proprio inconscio per poter entrare in contatto con un processo universale più ampio. Inoltre, dato che questa legge funziona in base a quello che REALMENTE emani, le tue credenze profonde creano la tua vita attuale. Quindi, il semplice pensiero positivo razionale serve a poco se le tue credenze profonde (e inconsapevoli) remano contro.

 

Se sei interessato a questi argomenti guarda la registrazione su questo player.

 

Il potere della mente inconscia

Ormai quasi tutti sappiamo che esiste il potere delle mente inconscia e che in questa risiedono potenzialità latenti non possedute dalla parte logica. Nonostante questa consapevolezza, la maggior parte di noi si ostina a voler usare quasi esclusivamente la parte razionale della propria mente.

 

Certo, la logica è necessaria in una società occidentale come la nostra, ma la maggior parte dei sogni nel cassetto si realizzano grazie al potere della nostra parte profonda.

 

Il più delle volte accediamo a queste incredibile potere senza neanche saperlo. Infatti, la Programmazione Neurolinguistica (PNL) ha osservato quelle persone in grado di ottenere incredibili risultati formalizzandone gli schemi mentali e comportamentali.

 

Alcune volte riusciamo ad ottenere risultati straordinari e pensiamo che sia solo fortuna. È difficile pensare che la nostra parte profonda abbia agito al di là della nostra consapevolezza per farci raggiungere quel risultato.

 

Quando il nostro inconscio ha una direzione, ci va senza indugio (nel bene e nel male). Questo vuol dire che spesso ci “autosuggestioniamo” verso una direzione positiva, altre volte verso una direzione negativa; il bello che lo facciamo senza rendercene conto.

 

Questo accade perché NESSUNO ci ha mai spiegato come dare consciamente direzione al nostro inconscio. Quest’ultimo va nella direzione delle suggestioni (sia nostre che di chi ci circonda) e della programmazione profonda (ad esempio, le credenze inconsce).

 

Da cosa dipende esattamente la direzione della nostra vita?

 

Metterei al primo posto le credenze (positive e negative) che si formano durante il lasso di tempo che va dai 0 ai 18/20 anni (apprendimenti genitoriali, sociali, media, scuola, gruppo, ecc.); continuano a formarsi anche in seguito grazie alle esperienze di vita, ma con minore intensità.

 

Questo “pacchetto” ci condiziona in maniera occulta nelle scelte, nella percezione della vita e nella percezione dell’esistenza stessa.

Ad esempio, se credi (profondamente) che l’amore non esiste, non lo troverai mai. Avrai una visione tunnel che ti farà vedere solo situazioni in cui non esiste e deformerà quelle in cui esiste (ad esempio “sta con lui solo per i soldi!”).

 

Oppure, se credi (profondamente) che l’amore esiste, vedrai solo situazioni piene di amore e “cancellerai” quelle che contraddicono la credenza.

 

Comprendi come cambia enormemente la percezione della realtà in base alle credenze? Ma non solo la percezione, anche tutto il resto: chi non crede nell’amore difficilmente lo incontrerà, chi ci crede lo troverà.

 

Questo accade perché si metteranno in atto comportamenti inconsapevoli che porteranno inesorabilmente verso la direzione ambita dall’inconscio anche se razionalmente non lo desideriamo. 

 

Questo fenomeno vale non solo per l’amore ma anche per il denaro, il benessere, la felicità, la carriera, ecc..

 

Cos’altro influenza l’inconscio oltre le credenze? Un altro aspetto importante è costituito dal carico emozionale del passato.

 

Noi siamo il frutto delle nostre esperienze: se abbiamo più esperienze positive che negative (qualitativamente parlando), vivremo molto diversamente il Qui ed Ora rispetto a chi ha un carico emozionale negativo più pesante.

 

Chiariamoci: tutti abbiamo esperienze negative, ma c’è chi riesce a rielaborarle positivamente e a guardare avanti. Oppure, se troppo pesanti o traumatiche, riescono in qualche modo a spostare il loro focus sul futuro.

 

Invece, chi tende a rimanere agganciato al passato con rimpianti, rimorsi, rabbia o tristezza, è come se camminasse con un’enorme e pesante zavorra  sulle spalle. Questo significa sprecare più energia di chi invece ha abbracciato il suo passato. Non è una caso che nello studio delle persone longeve l’accettazione incondizionata del passato sia un elemento ricorrente.

 

Quindi, credenze e blocchi emozionali non risolti del passato influenzano la nostra vita senza rendercene conto. Ma c’è ancora un altro elemento incisivo: la percezione del futuro.

 

Chi ha una visione positiva del futuro, vede obiettivi e una direzione dove andare, ha una percezione positiva del presente. Chi non vede futuro o lo vede nero, mi sembra ovvio che vive male il qui ed ora.

 

Questo dipende in parte dalle credenze ma anche dalle persone che ci circondano. Se sono circondato daa persone che mi motivano, mi rafforzano e mi spronano positivamente (sponsor positivi) avrò una visione positiva del mio futuro; se attorno a me vi sono individui che mi criticano in maniera non costruttiva, mi affossano con giudizi negativi e mi demotivano costantemente (sponsor negativi), mi sembra ovvio che la mia vita ne risentirà.

 

Quindi, come lavorare seriamente per la propria felicità  e realizzare la vita desiderata? Un modo sensato di agire è il seguente:

1) Lavorare sulle credenze inconsce limitanti

2) Sciogliere i blocchi emozionali del passato

3) Creare una visione positiva del futuro

 

In tal senso la PNL fornisce molte tecniche utili ed efficaci (submodalità, Time Line, Nuclei profondi del sé, Quantum Linguistic, ecc.).  

 

Voglio chiudere questo articolo con un video ricco di consigli pratici.

PNL  e programmazione inconscia

 

 

Se ti interessa  aumentare il tuo carisma nella vita privata e professionale, creare la vita che desideri grazie a tecniche efficaci e allineare la tua mente profonda ai tuoi obiettivi in modo da avere un “pilota automatico”, vieni al corso…

 

PRACTITIONER IN PNL

Dall’11 al 15 Luglio a Rimini

5 gg full immersion – edizione estiva

Guarda subito il video gratuito

Ricchezza e schemi mentali

A chi non interessa il discorso della ricchezza? Penso che a quasi tutti interessa sapere come funziona il discorso dell’abbondanza.

 

Ti sei mai chiesto perché ci sono persone in grado di attirare l’abbondanza mentre altre faticano a farlo?

 

All’inizio, come la maggior parte della gente, credevo che questa gente fosse fortunata, raccomandata o disonesta. “Quello è nato in una famiglia ricca” o “Chissà come li guadagna i soldi…sicuramente in maniera losca” ecc..

 

Eppure, conosco persone che sono partite da zero e sono andate verso l’abbondanza in maniera onesta. Allora, grazie agli strumenti della PNL, ho deciso di modellare individui e strutture che riescono ad andare verso l’abbondanza naturalmente.

 

Una caratteristica importante sono le credenze: se i genitori inculcano nei loro figli il senso di scarsità, sarà una pesante eredità che li condizionerà per il resto della loro vita. Facciamo alcuni esempi di idee “negative”:

 

“Bisogna sudare sangue per sopravvivere”, “Solo chi nasce in una famiglia ricca diventa ricco”, “Solo i delinquenti diventano ricchi”, “La ricchezza porta sfortuna (facendo riferimento a drammatiche morti di personaggi famosi)”.

 

Ne ho già parlato in altri articoli, ma mi sembra opportuno precisare un paio di punti sulle credenze.

 

Si tratta di schemi mentali “fisici” (non astratti) costituiti da configurazioni neurologiche. Se pensi che “i soldi portano sfortuna” non ti basta pensare che non è vero perché si tratta di un pensiero radicato.

 

Altro aspetto importante è che una credenza fa scattare due processi di “auto-conservazione” che non ti fanno uscire dalla credenza stessa.

Si tratta di “Cancellazione” e “Deformazione”.

 

La Cancellazione è l’eliminazione di informazioni che contrastano con la credenza (visione “Tunnel”). Ad esempio, se uno pensa che “Il denaro porta sfortuna” noterà solo le situazioni in cui a gente ricca capitano cose assurde e non noterà i casi in cui vi è gente ricca e felice a 360°.

 

La Deformazione, invece, è un processo attraverso il quale deformiamo la realtà attraverso l’immaginazione e la creatività. Spesso supponiamo dei fatti e li immaginiamo senza avere un riscontro pratico.

 

La Deformazione è l’ultimo baluardo di difesa della credenza. Supponiamo che un amico riesce a far notare alla persona dell’esempio quei casi in cui vi è gente ricca e felice a 360°. Potrebbe deformare e dire: “…è solo fortuna!”.

In questo modo non si esce dalla credenza limitante e, anzi, si rafforza.

 

Non esistono formule magiche e soluzioni rapide per diventare ricchi, ma un primo importante passo consiste nel cambiare schemi mentali. Questo cambiamento permette di poter notare tutte quelle possibilità che normalmente vengono “cancellate” e “deformate”.

 

Per eliminare i pensieri negativi si può lavorare in diversi modi. Ad esempio, metterle di discussione sottoponendosi a situazioni che dimostrano il contrario. Questo si può concretizzare frequentando persone che vivono nell’abbondanza e che stimiamo. A furia di frequentarle è possibile mandare in crisi il sistema di credenze.

 

Un altro sistema consiste nel sottoporsi a sessioni di coaching o ascoltare brani subliminali che hanno l’obiettivo di eliminare i pensieri negativi e installare quelli positivi.

 

Se ti interessa creare nuovi schemi di pensiero verso l’abbondanza, cambiare modo di pensare e avere una maggiore motivazione verso la ricchezza,

acquista adesso i brani subliminali

 

LA CALAMITA DELLA RICCHEZZA

5 Brani subliminali

 cover calamita ricchezza

 

Scopri il Segreto della PNL Quantica

Nel 1998 pubblicai il Potere dell’Energia Universale, il mio primo libro che affronta il delicato collegamento tra PNL, teorie della Meccanica Quantistica e Leggi dell’Energia Universale.

 

Diversi miei colleghi, che si occupano della (ormai stra-citata) Legge dell’Attrazione, non fanno altro che ripeterti:

pensa positivo, pensa positivo, pensa positivo!

 

Questi persone ignorano come davvero funziona la Legge dell’Attrazione (quello che emani torna indietro): se hai delle credenze limitanti e spesso sei vittima di emozioni negative che non riesci a controllare, come fai a pensare positivo?

 

Una credenza è qualcosa di fisico, è uno schema di neuroni statico che ti dice cosa è reale e cosa non lo è. È come un programma occulto che lavora al di sotto della tua consapevolezza. Come puoi fermare qualcosa con la razionalità (pensa positivo, per intenderci) se lavora al di sotto della tua attenzione?

Quindi è normalissimo che tanta gente sia disillusa sulla Legge dell’Attrazione perché i risultati tardano ad arrivare.

 

Come procedere allora?

Il primo passo consiste nel “ripulire” il proprio “programma mentale” dalle credenze limitanti e dalle emozioni negative. Se disinneschi questi elementi che lavorano ad di sotto della tua consapevolezza, non ti sposterai su linee di possibilità indesiderate.

 

Qui entra in ballo la Programmazione Neurolinguistica (PNL): offre strumenti veloci e rapidi per cancellare credenze indesiderate. Inoltre, grazie alla Time Line (Linea del tempo) è possibile “ripulire” il passato dai carichi emozionali negativi oltre a poter “ridisegnare” il proprio futuro. Questi concetti non sono poi così innovativi: gli orientali da millenni ci dicono di accettare incondizionatamente il proprio passato e i propri pensieri.

 

Se ad esempio, sei profondamente convinto che “l’amore non esiste”, pensi possa bastare pensare positivo e visualizzare tutti i giorni l’anima gemella? Se non elimini il “freno a mano” inconscio è come sparare con un pistola ad acqua contro una diga in cemento armato.

 

Se spesso ti arrabbi o sei triste, ti torneranno indietro eventi che ti porteranno questa qualità emotiva.

 

Ecco perché è FONDAMENTALE lavorare sul proprio programma mentale. Questo primo importante passo lo compresi verso i 17 anni circa e per parecchio tempo ho ricercato strumenti per lavoraci bene ed efficacemente (fino ad approdare alla PNL).

 

Vorrei concludere questo articolo ribadendo (come già fatto in altri articoli) che la Legge dell’Attrazione è solo una delle Leggi Universali. Anche eliminando credenze limitanti ed emozioni negative, non basta pensare fortemente a qualcosa per averla. Affinché ci si possa spostare sulle linee desiderate di possibilità, è importante applicare simultaneamente le Leggi dell’Energia Universale.

 

Inoltre, è importante avere il giusto Quantum Energetico. Questo dipende dai pensieri, dalle emozioni, dalle persone che ci circondano e dall’alimentazione  Alimentarsi male significa avere meno energia; frequentare persone che ti “vampirizzano l’energia” (i cosiddetti “sponsor negativi”) si traduce in scarso quantum energetico.

 

Se ti interessano queste tematiche, se volessi approfondirle PRATICAMENTE e diventare co-creatore della tua vita, iscriviti ora al corso

 

QUANTUM NLP – PNL QUANTICA

Iscriviti ora: 

https://www.vincenzofanelli.com/corsi/corsi-quantum-nlp/quantum-nlp

 

 

La Mente Quantica

Quando nel 1998 pubblicai per la prima volta “Il Potere dell’Energia Universale”, cercai di mettere insieme una serie di esperienze, ricerche e intuizioni su quella che oggi viene chiamata “Legge dell’Attrazione”. In realtà, come ho già detto in altri articoli, questa rientra in un processo più ampio chiamato Manifesting.

 

All’epoca rimasi letteralmente colpito dalle teorie della Meccanica Quantistica: la coscienza può far collassare la funzione d’onda. Il famoso (ipotetico) esperimento del gatto di Schrödinger fa comprendere come funziona questa teoria.

 

Immagina di mettere un gatto in una scatola. Dentro questa scatola vi è un veleno che può essere liberato attivando un pulsante. All’esterno della scatola vi è il pulsante, ma è aleatorio; in altre parole, quando lo schiaccerai potrebbe funzionare o rimanere inerte. Quindi, quando agirai, vi sarà il 50% di possibilità che il gatto viva o muoia. L’unico modo per saperlo è aprire la scatola e vedere cosa è successo.

 

Il senso comune dice che quando apri la scatola, semplicemente accerti quello che è già successo prima di aprirla, ovvero quando hai attivato il pulsante.

 

Per la teoria della meccanica quantistica, le cose sono un po’ diverse: vi sono due possibilità, due funzioni d’onda ed è la coscienza dell’osservatore (quando apre la scatola) a decidere quale fare emergere e quale far scomparire.

 

Teoria molto suggestiva non condivisa da tutti i fisici, però interessante. Ti consiglio di approfondire l’argomento leggendo il libro del fisico Fritjof CapraIl Tao della Fisica”. Al suo interno troverai concetti ancora più sconvolgenti.

 

Quindi, secondo questa controversa teoria, la coscienza influenza la realtà. In qualche modo avvalorerebbe la Legge dell’Attrazione: tutto quello che provi e che pensi tende a tornare indietro. Se sei arrabbiato, attiri rabbia; se ami, attiri amore. Penso che questa legge non ha bisogno di prove scientifiche, basta essere un po’ attenti alla vita di tutti giorni per capire che tende a funzionare quasi sempre: se inizi male la giornata, se non cambi schema mentale ed emotivo, te la trascini così fino alla fine.

 

Poi, come ho detto in altri articoli, il semplice pensiero non basta: bisogna tener contro della programmazione inconscia (credenze) che in maniera occulta condiziona la nostra esistenza. In altre parole, a poco serve insistere con la ragione per raggiungere certi obiettivi se inconsciamente non ci credi.

 

Questo è una delle grandi omissioni che molti cosiddetti esperti di questa legge omettono: se non lavori sulle credenze limitanti, sarai poco efficace.

 

La PNL (Programmazione Neurolinguistica) è molto utile sotto questo punto di vista in quanto offre strumenti rapidi ed efficaci per convertire istantaneamente questi blocchi interiori. Non mi riferisco a seminari con musica e fire walking, ma a strumenti più incisivi come le submodalità e la Time Line. La camminata sui carboni ardenti è molto utile per darsi la giusta carica e, a volte, abbatte qualche convinzione, però il più delle volte esaurisce i suoi effetti nel corso del tempo.

 

La PNL lavora in maniera diversa, forse più freddamente, ma punta a cambiamenti permanenti.

 

Quindi, come si crea la nostra vita? I mistici dicono che il passato e il futuro non esistono, ma solo un infinito Qui ed Ora. Quindi, Ora abbiamo il potere di cambiare le cose. Un buon consiglio consiste nel star attenti ai pensieri e alle persone che frequentiamo: gli sponsor negativi ci affossano con attacchi alla nostra autostima e con il loro pessimismo.  Una cosa sono le critiche costruttive (ben accette), un’altra sono costanti attacchi pessimisti. Come pensi possano influire sulla tua mente e sulla vita che vivi? Le emozioni che proviamo sono davvero importanti per entrare in risonanza con la nostra esistenza.

 

Quando si decide di Manifestare, è fondamentale mantenere il Focus libero. Come possiamo farlo con pensieri negativi e pessimismo? Queste mie parole vanno, però, interpretate nel giusto modo: non bisogna divenire degli stupidi superficiali che ignorano i segnali. L’Energia Universale ci fornisce segnali che ci dicono se siamo nella giusta direzione o meno (le sincronicità o coincidenze): questa è la Legge dell’Essenzialità (nulla avviene per caso).

 

Mi rendo conto che non è semplice aderire ad una visione così diversa dalla nostra. Infatti, andrebbe integrata a quella occidentale imparando ad essere più consapevoli di quello che pensiamo e proviamo.

 

Se desideri scoprire verità celate al pubblico, padroneggiare le 3 Leggi Quantiche per creare la realtà desiderata, riprogrammare le credenze profonde e diventare responsabile co-creatore della tua esistenza, prenota/acquista ora

LA MENTE QUANTICA

di Vincenzo Fanelli e William Bishop

Mente Quantica

Prenota/acquista la tua copia,

il numero è limitato

Valori

I valori sono il “carburante motivazionale” che ci spinge ad agire (valori = quello che è importante per noi).
Un esempio di valori sono: la famiglia, l’onestà, l’amicizia, la libertà, il dovere, ecc.


Valori e Convinzioni sono elementi intimamente connessi in quanto se affermo “credo che la libertà sia importante”, esprimo sia una credenza che un valore.


I valori e le convinzioni contribuiscono a formare la “mappa del mondo” di ogni persona, diversa e unica in ogni soggetto.


Nella formulazione degli obiettivi è importante allineare le mete ai valori altrimenti risulterà difficoltoso avere successo.
Nella comunicazione è importante rispettare i valori del nostro interlocutore in quanto un comportamento diverso tende a non stabilire empatia.


(Tratto da “I Poteri Segreti della Comunicazione Empatica” di Vincenzo Fanelli – Essere Felici)